Si è svolto lo scorso 18 gennaio presso il Palazzo della Regione di Catania un incontro tra l’Assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone e i rappresentanti di Confartigianato Sicilia, con tema la situazione dell’autostrada Siracusa-Gela. Presenti il presidente regionale dell’associazione Giuseppe Pezzati e il segretario Andrea Di Vincenzo, oltre ai rappresentanti di Catania, Siracusa e Ragusa, e alla componente della Commissione Attività Produttive all’ARS, on. Rossana Cannata.

Al centro dell’incontro l’annosa questione del completamento dell’autostrada, che potrebbe arrivare finalmente ad una soluzione ora allo studio del Consorzio Autostradale Siciliano (CAS). Una notizia positiva, quella dello sblocco di un’infrastruttura strategica per la Sicilia Orientale, a fronte della quale i rappresentanti degli artigiani hanno chiesto attenzione per le imprese che negli anni passati, dopo aver effettuato i lavori per conto della ditta appaltatrice, si sono ritrovate in sofferenza con il blocco dei lavori e dei pagamenti.

I rappresentanti di Confartigianato hanno dunque chiesto all’Assessore che vengano garantite dal CAS uguali condizioni di trattamento per tutte le aziende, e che siano limitate al massimo le perdite derivanti dalla procedura di concordato in cui versa una delle società, la Condotte spa. “Le piccole imprese – hanno detto i vertici dell’associazione a margine dell’incontro – oltre ad essere state inconsapevoli protagoniste di un’assurda vicenda che ad oggi non trova soluzione, non potrebbero sopportare ulteriori ritardi e penalizzazioni che mettono a repentaglio la loro stessa sopravvivenza”.

“Pur apprezzando l’impegno profuso – hanno concluso i rappresentanti degli artigiani – la politica deve assumere ogni provvedimento che possa salvaguardare le imprese coinvolte. Confartigianato vigilerà affinché le rassicurazioni avute si tramutino in fatti concreti, dichiarandosi disponibile ad ogni collaborazione per la soluzione della vicenda”.